jardin

Chiedimi se sono Felice

giugno 13, 2017

A volte la vita riserva delle bellissime sorprese..tutto sta nel vederle  , ma prima di tutto cercarle .
In un periodo della vita particolarmente difficile , ho dato uno strappo alla mia quotidianità sognando un sogno .
E decidendo di realizzarlo .
Ho cercato un campo tutto mio dove poter lasciar crescere le mie adorate piantine e perchè no , piantare qualche ortaggio.
Sì ,  creare il mio orto - giardino .
Sembra semplice ma non è così . 
Oggi giorno chi possiede dei fazzoletti di terra più o meno grandi non li affitta ..un pò perchè spera in una riconversione edilizia , un pò perchè ha paura della parola " giardino " .
Dopo svariate ricerche e , delusioni all'ultimo momento , mi sono lasciata incantare da questo posto ed indovinate per cosa ? 
Per l'unica pianta che si vedeva bene ed era già carica di frutti , questo fico :

Dalle nostre parti è raro raccogliere i frutti maturi , di solito non arrivano a maturazione a causa del sopraggiungere delle piogge e  _ di seguito _  del frescolino .
Vedremo se anche questa pianta sarà sfortunata .
Tutti i luoghi che ho curato ( ed abbellito con piante ) hanno avuto un nome .
Soprattutto per una questione di comodità .
Quando parlando mi riferivo ad una zona del giardino che curavo era subito chiaro a tutti a cosa mi stessi riferendo .
Questo luogo non può essere da meno .
Cae ha timidamente suggerito il nome " il mio ranch " ma naturalmente questo luogo non ha nulla a che vedere con il significato della parola .
Una notte  , una delle tante insonni , all'improvviso  è affiorato  sia il nome del mio Eden che il titolo di questa storia .
L'avrei chiamato : "Le Ortiche " .
Perchè quelle sono e saranno le vere padrone del posto .
"Le Ortiche " è' sicuramente rimasto incolto da alcuni anni , ma è solo un bene .
Un terreno così è fertile e la presenza di ortiche è
  • indice di un terreno ricco di azoto e di sostanza organica .
  • utile a tenere lontano afidi e lumache . 
  • un toccasana per i ribes . 
Parte del materiale tagliato è stato riutilizzato per creare il macerato di ortica * , ottimo come fertilizzante e rinforzante per le piante giovani ma soprattutto come antiparassitario naturale se vaporizzato .

Molte piante da frutto sono cresciute a dismisura e si sono protese verso il sole assumendo una forma inusuale , per quest 'estate non le toccheremo  ; più in là studieremo come potarle .
Molte piante ornamentali sono malate di oidio e sono diventate piuttosto invadenti , tuttavia procurano ombra in alcune ore del giorno e quindi le ridurremo soltanto  .
Diciamo che vorremmo  conservare l'impronta del luogo e non stravolgerla perchè quando abbiamo aperto il cancello e fatto qualche passo in questo giardino gli abitanti c'erano già ( " come se fossimo in casa altrui , L'ospite ci nutre e ci protegge ,occorre ricambiarlo benevolmente " ** ) e noi  non vorremmo mandarli via .
Mi hanno sempre insegnato ad osservare e ad imparare a conoscere chi si ha davanti con umiltà e senza schemi , così adesso ascolto , osservo , rifletto e rispetto questo microcosmo .

In questo giardino ci sono momenti di ombra e momenti di cocente sole , angoli di ombra totale e pianori che a seconda dell'ora del giorno hanno una esposizione molto variabile .
Le zone che mi affascinano di più però sono quelle in ombra piena e mezz'ombra .
Non ho mai avuto giardini da curare con questo tipo di esposizione eccetto il mio terrazzo ad Est , e come dire,  ho sempre adorato Hoste , Astilbe , Heuchere ,Geranium , Pervinche e chi ne ha più ne metta .
Quindi sarà terreno fertile per nuovi approfondimenti .
Con il primo taglio delle ortiche abbiamo subito avuto delle bellissime sorprese , abbiamo ad esempio trovato una piantina di ribes che era alta quanto le nostre infestanti e che per puro caso ho notato e salvato .
Nel cerchiolino verde si vedono i frutticini nascosti .
Non potete immaginare quale sia stata la meraviglia : sembrava un ribes bianco invece a distanza di quindici giorni direi che sia rosso.
Inoltre abbiamo capito finalmente come è il terreno : è una porzione di collinetta lavorata a 3 terrazzamenti con altrettante rive di diversa pendenza .
Ci sono 2 scale , una prima del fico fatta di 4 gradini ed  un'altra , non lineare , all'ombra di una deutzia bianca  .
Non avendo grande esperienza di piante da frutto ne abbiamo individuato solo alcune e quindi possiamo solo dire che ci sono 2 noccioli ,1 fico , 1 piccolo mandorlo ,
E attendiamo che le altre piante da frutto ci svelino la loro identità .
Crediamo che questo sia un Susino Stanley :
e questo un Melo :
 e questo un  Susino Goccia d'Oro :

 20 Maggio 2017, Le Ortiche

MACERATO DI ORTICA * :
Porre in un recipiente , non di metallo , 1 kg di foglie di ortica sminuzzate con 10 litri di acqua fredda ( meglio se piovana ) , coprire con una rete che permetta ai raggi solari di penetrare ma che impedisca agli insetti di entrare .
Mescolare una volta al giorno per ossigenarlo e ricoprire .
Quando il miscuglio smetterà di fare schiuma e sarà molto scuro , è pronto per essere filtrato .
Il tempo di macerazione varia a seconda della temperatura e da quanto sole ci sarà , comunque circa 2-3 settimane . 
E' normale che abbia un cattivo odore , per questo motivo è bene tenerlo in un luogo lontano dalle proprie finestre . 
Le ortiche che si sono utilizzate per fare il macerato possono essere adagiate o interrate nell'orto come concime .
Il macerato si può fare anche con le foglie secche di ortica , serviranno allora 200 g foglie di ortica secca in 10 litri di acqua .
Volendo si può aggiungere anche il gambo spezzettato .
Per bloccare la fermentazione alcuni aggiungono al  filtrato il 3% di aceto e lo conservano per alcuni mesi al buio e in un recipiente chiuso .
COME SI USA :
_come antiparassitario : si preleva dopo soli 2 giorni di macerazione il liquido e senza diluirlo lo si spruzza sulla pianta fino a bagnarla , alla mattina presto o al tramonto .
Non si deve farlo quando c'è il sole .
Si aggiunge a questo liquido l'1 % di Sapone di Marsiglia sciolto in poca acqua ( così aumenta l'adesività e l'efficacia del prodotto ) .
In 3 giorni dovrebbero sparire gli insetti ( afidi , tignole , mosca della ciliegia , ragnetto rosso , ad esempio ) .
Eventualmente ripetere il trattamento dei 3 giorni ad intervalli di 2 settimane .
_come fertilizzante : ottimo per pomodori e zucchine , basta bagnare il piede delle piante nelle ore più fresche con il macerato diluito ( 1 decilitro di macerato per litro di acqua piovana ) assicurandosi però che prima si sia inumidito il terreno con una leggera bagnatura .
_come rinforzante : bagnare le radici delle piante prima della messa a dimora .
Stimolerà la crescita della pianta e lo sviluppo delle radici .


** : tratto da "Il piacere dell'Orto "
Fonte : alcune informazioni derivano da letture in rete o dei forum .

You Might Also Like

0 commenti

SUBSCRIBE

Like us on Facebook